The cooking lab

Posts Tagged ‘latte

Porzioni: 4 persone

Preparazione: 10 minuti

Cottura: 15 minuti

Ingredienti:

  • 500 ml di latte
  • 150 g di zucchero
  • 20 g di fecola di patate
  • 6 tuorli
  • un baccello di vaniglia

In una terrina, sbattete i tuorli con 3 cucchiai di latte, unite la fecola e mescolate con cura per evitare la formazione di grumi.

Nel frattempo, in un pentolino, scaldate il latte rimanente con la vaniglia e lo zucchero, avendo cura di non portarlo ad ebollizione completa, quindi filtratelo in una caraffa, aiutandovi con un colino.

Versate il latte, poco a poco, nella terrina mescolando accuratamente affinché si possa ottenere una crema omogenea, quindi trasferite il tutto in un pentolino e fate cuocere a fuoco dolce, spegnendo poco prima dell’ebollizione.

Qualche grumo? Filtrate la crema con il colino: per la buona riuscita è indispensabile che la crema si presenti perfettamente liscia e omogenea.

La crema inglese è una base molto versatile, ottima anche consumata come dessert al cucchiaio, indicata come farcitura o accompagnamento di dolci secchi.

Annunci

Porzioni: 4 persone

Preparazione: 15 minuti

Cottura: 30 minuti

Ingredienti:

  • 700 g di cavoletti di Bruxelles
  • 4 fette di formaggio a pasta filante
  • 4 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato
  • 3 uova
  • 3 cucchiai di pangrattato
  • ½ bicchiere di latte
  • noce moscata
  • sale, pepe

Lavate e mondate i cavoletti di Bruxelles. In una pentola, portate ad ebollizione abbondante acqua salata e lessatevi i cavoletti di Bruxelles.

Al termine della cottura, inserite in una caraffa 5 cavoletti e riduceteli in crema, eventualmente aiutandovi con un frullatore ad immersione. In una terrina, sbattete le uova, il latte, la noce moscata, il parmigiano reggiano ed un pizzico di sale.

In una pirofila imburrata, disponete gli altri cavoletti, cospargeteli con la crema precedentemente preparata, cospargete con un pizzico di pepe, quindi distribuite le fette di formaggio, versate sul tutto le uova sbattute in precedenza e spolverate con il pangrattato.

Infornate a 180°C per 30 minuti e servite caldi.

Porzioni: 4 persone

Preparazione: 30 minuti

Cottura: 1 ora

Ingredienti:

  • 200 g di macinato di manzo
  • 20 g di burro
  • 4 zucchine grandi
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 2 fette di pancarrè
  • 2 cucchiai di pangrattato
  • ½ peperone verde
  • ½ cipolla piccola
  • uno spicchio di aglio
  • un uovo
  • 3 cucchiai di latte
  • noce moscata
  • sale, pepe

Lavate e mondate le zucchine, quindi tagliatele in due longitudinalmente e, aiutandovi con un cucchiaino, svuotatele dei semi e di parte della polpa.

Lavate e mondate il peperone, pelate la cipolla e l’aglio, quindi tritate finemente il tutto insieme alla polpa ricavata dalle zucchine. Ammorbidite le fette di pancarrè con il latte e strizzatele delicatamente.

In una terrina, amalgamate il macinato con il trito appena preparato ed aggiungete le fette di pancarrè, l’uovo e la noce moscata; regolate di sale e di pepe e mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo.

Farcite le zucchine con il composto, quindi disponetele in uno stampo da forno imburrato; cospargetele con pangrattato e infornate a 180°C per circa un’ora. Servite calde.

Preparazione: 30 minuti

Cottura: 20 minuti

Riposo: 30 minuti

Ingredienti:

  • 500 ml di latte
  • 175 g di zucchero
  • 50 g di farina
  • 30 g di burro
  • 6 tuorli d’uovo
  • una stecca di vaniglia
  • sale

Tagliate in due, in senso longitudinale, la stecca di vaniglia e mettetela in un pentolino insieme al latte. Scaldate il tutto fino ad ebollizione, quindi lasciate riposare, coperto, per mezz’ora.

In una casseruola, sbattete i tuorli con lo zucchero e un pizzico di sale, fino ad ottenere un composto omogeneo, quindi unite la farina setacciata, incorporandola poco alla volta affinché non si formino grumi. Quando avrete amalgamato perfettamente la farina, aggiungete il latte precedentemente aromatizzato con la vaniglia, poco alla volta, continuando a mescolare.

Scaldate la crema ottenuta a fuoco basso, meglio se con un “rompi fiamma” o a bagnomaria, senza smettere di mescolare, e fate cuocere fino a che non si sarà addensata.

A cottura ultimata, spegnete il fuoco e, con l’aiuto di un frullino o una frusta, incorporate il burro fino ad amalgamarlo perfettamente.

Alcuni consigli. Preoccupatevi di non portare ad ebollizione la crema, in quanto rischiereste la formazione di grumi; per lo stesso motivo, non smettete mai di mescolare. Inoltre se vi serve una crema più compatta, sarà sufficiente aggiungere un po’ di farina alla preparazione. Un ulteriore suggerimento è quello di usare sempre la vaniglia in stecche, in modo da garantire un aroma naturale alla vostra crema. Infine, si consiglia di lasciare raffreddare la crema immergendo il recipiente in una pentola di acqua fredda, mescolando un po’ per evitare che si asciughi in superficie.

Porzioni: 4 persone

Preparazione: 30 minuti

Riposo: 2 ore

Cottura: 20 minuti

Ingredienti:

  • 1100 g di farina
  • 360 g di latte
  • 200 g di burro
  • 200 g di prosciutto cotto
  • 200 g di scamorza affumicata (o fiordilatte)
  • 160 g di zucchero
  • 150 g di ricotta
  • 4 bustine di lievito secco (o 4 cubetti di lievito fresco)
  • 2 uova intere
  • 1 tuorlo
  • sale

Su una terrina capiente, mettete la farina, il latte, il burro, lo zucchero, il lievito e le uova, quindi impastate gli ingredienti finché non otterrete un impasto liscio ed omogeneo. Coprite l’impasto con un canovaccio e lasciate riposare per un’ora.

Al termine del tempo di riposo, ricavate una porzione di pasta, stendetela, “tirandola” con le mani, fino a realizzare approssimativamente un quadrato. Disponete su questo quadrato il prosciutto, la ricotta e la scamorza, quindi chiudete la pasta a mo’ di saccottino, avendo cura di sigillare bene i bordi.

Disponete i saccottini sulla leccarda ricoperta con carta da forno imburrata, distanziandoli un po’, quindi lasciate riposare per un’altra ora in questo modo.

Trascorso questo tempo, spennellate i saccottini con il tuorlo d’uovo sbattuto e infornate per 20 minuti a 180°. Una volta sfornati, lasciate intiepidire 15 minuti e servite.

Porzioni: 4 persone

Ingredienti:

  • 300 g di gamberetti surgelati
  • 3 patate
  • 3 uova
  • latte
  • noce moscata
  • pangrattato
  • burro
  • olio di semi
  • sale

Pulite e pelate le patate, quindi lessatele; con una forchetta o con uno schiacciapatate, riducetele ad un purè all’interno di una terrina, aggiungendo un pezzetto di burro per ammorbidire ed aggiungendo latte, amalgamando il composto, fino ad ottenere un purè abbastanza denso.

Scongelate i gamberetti, sciacquateli con acqua corrente ed asciugateli con carta assorbente, quindi uniteli al purè appena preparato, insieme ad un uovo, un paio di cucchiai di pangrattato ed un pizzico di noce moscata. Amalgamate con cura affinché si ottenga un composto omogeneo. Mettete a raffreddare in frigorifero, coprendo con la pellicola, per un’ora.

In un piatto fondo, sbattete le uova rimaste con un pizzico di sale e predisponete un altro piatto con il pangrattato. Con le mani inumidite, raccogliete un po’ di composto e modellate una crocchetta; impanatela passandola dapprima delle uova sbattute e poi nel pangrattato. Procedete in questo modo fino ad esaurimento degli ingredienti.

In una padella ampia, scaldate abbondante olio di semi e friggete le crocchette, poche per volta, affinché risultino uniformemente dorate. Disponetele su carta assorbente per eliminare l’unto in eccesso. Servite calde.

Porzioni: 4 persone

Ingredienti:

  • 150 g di emmenthal
  • 50 g di farina
  • 7 uova
  • 500 ml di latte
  • noce moscata
  • pangrattato
  • olio di semi
  • sale, pepe

In una casseruola, mettete 3 uova, 2 tuorli, l’emmenthal tritato grossolanamente, la noce moscata, un cucchiaino e mezzo di sale e un pizzico di pepe, quindi amalgamate aggiungendo gradualmente il latte. Portate ad ebollizione a fuoco dolce, mescolando, e fate cuocere per 5 minuti.

Terminata la cottura, stendete il composto su un piano inumidito, formando uno strato alto un centimetro e mezzo circa, e lasciate raffreddare. In una terrina, sbattete le uova rimaste con un pizzico di sale e predisponete un’altra ciotola con il pangrattato. Con un coltello, ricavate nella pasta delle losanghe; passatele prima nell’uovo sbattuto, poi nel pangrattato.

In una padella, scaldate abbondante olio e friggete le losanghe, dorandole da entrambe le parti. Disponetele su un foglio di carta assorbente per eliminare l’unto in eccesso e servite calde.